Perché scegliere un centralino basato su windows rispetto ad uno su linux o un PBX proprietario?

Per tutte le aziende che prevedono di trarre benefici economici, risparmiando su i costi delle telefonate e aumenti di produttività grazie all’ uso del VoIP, la fase più difficile è la scelta della piattaforma telefonica. Gli scenari possibili sono quasi sempre tra soluzioni basate su sistemi operativi windows, su distribuzioni linux anche in versione appliance pronte all’uso o soluzioni proprietarie tipo Alcatel, Siemens e altri.

Ad aiutare le aziende nella scelta ci pensa 3CX, società che sviluppa soluzioni di unified comunication basate su windows, rilasciando un documento intitolato “The top 10 advantages of a Windows based PBX” che spiega i benefici chiave di un PBX  su windows e perchè sceglierlo a di scapito di un’altra soluzione.

Secondo il CEO di 3CX, Nick Galea, una soluzione PBX basata su Windows è di gran lunga la scelta migliore per qualsiasi società che si basa su reti e server Windows. Nascondere la complessità di una soluzione PBX basata su una distribuzione Linux anche se “inscatolata” in un apposito apparecchio  è solo una soluzione a breve termine che si tradurrà in un maggiore TCO (Total Cost of Ownership) nel corso del tempo.

Inoltre, le aziende non saranno in grado di trarre pieno vantaggio del VoIP e Unified Communications, perché le possibilità di integrazione con le applicazioni  Windows sarà limitata.

Sulle soluzione PBX proprietarie, invece la parte VoIP  è limitata perché nella maggior parte dei casi non aderiscono a standard aperti, tipo il protocollo SIP, ne consegue che i clienti saranno limitati nella scelta dei telefoni, servizi VoIP e gateway hardware e non sarà in grado di ottenere tutti i benefici della ‘rivoluzione’ VoIP.

Il documento è accompagnato anche dal seguente video:

Informazioni sull'Autore

ha scritto 390 post in questo sito.

4 Comments on “Perché scegliere un centralino basato su windows rispetto ad uno su linux o un PBX proprietario?”

  • Giovanni scritto il 16 giugno, 2010, 13:39

    Sicuramente un centralino in ambiente Windows ha qualche vantaggio, come quello di condividere hardware con server aziendali e sfruttare una piu’ facile (per il programmatore del centralino) integrazione con Outlook / Exchange e tutto il mondo di Microsoft.
    Da un punto di vista della disponibilità di un servizio così vitale come la telefonia, trovo difficile difendere la posizione del basso TCO, rispetto ad una soluzione ad-hoc su hardware proprietario. Per stabilizzare un sistema a server discreti è necessario utilizzare configurazioni ridondanti per i server e lo storage, acquistare licenze di windows multiple ed avere una competenza specifica nella gestione di un tale sistema. Per aziende che non hanno le risorse in casa, una scelta simile potrebbe rapidamente trasformarsi in una spesa notevolmente superiore a quella risparmiata nell’acquisto di un software.

  • Mind scritto il 5 dicembre, 2010, 20:17

    E’ chiaro che 3CX vuole solo promuovere il suo prodotto: parlare di minor TCO su piattaforma windows quando sappiamo benissimo che un centralino voip richiederebbe un server dedicato (per garantire le prestazioni e stabilità necessarie) e relative licenze, mi sembra una barzelletta.
    Tanto vale allora andare su soluzioni hw proprietarie che almeno non dovrebbero presentare tutti i bug di sicurezza che invece ha windows.

  • Manuel scritto il 10 febbraio, 2011, 19:52

    Cito dall’articolo:

    […]”Inoltre, le aziende non saranno in grado di trarre pieno vantaggio del VoIP e Unified Communications, perché le possibilità di integrazione con le applicazioni  Windows sarà limitata.”[…]

    Questo è anche falso perchè i sistemi basati su Linux come ad esempio il popolarissimo Asterisk oltre a non aver il costo di licenze software ed abbassare il TCO notevolmente anche rispetto a soluzioni hw proprietarie se correttamente installato con hardware opportunamente testato e interoperabile, si integrano di fatto benissimo con software di Unified Communications direttamente o tramite i telefoni SIP utilizzando driver TAPI. Senza menzionare la stabilità e rapidità di Linux a parità di hardware rispetto a Windows (no blue screen, please). Per il discorso sicurezza lascierei da parte cosa sia meglio o no, anche se i migliori firewall sono o proprietari o basati su Linux/BSD non certo su Windows. Poi sicuramente le falle principali sono frutto dell’uomo, non del sistema in sè che va comunque opportunamente configurato.

Trackbacks

  1. Perchè non scegliere un centralino basato su windows? - VoipLab

Scrivi un Commento

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Copyright © 2017 IP PBX. All rights reserved.
Powered by WordPress.org, Sito gestito da Marco Passanisi.